Loading...
CONCERTI SINFONICI2018-01-30T15:18:06+00:00

La musica da vicino

La stagione sinfonica della nostra Orchestra vede quest’anno un’importante novità, perchè il numero di concerti si accresce di un’unità:  un grande sforzo produttivo, che vuole testimoniare il nostro impegno per Bologna. Il programma di quest’anno è dedicato come il solito al grande repertorio del sinfonismo, da Brahms, a Čajkovskij, fino a Mahler, eseguiti da direttori scelti con attenzione tra i nomi emergenti del panorama mondiale, uno fra tutti Gustavo Gimeno e grandi ritorni, come quello di Gábor Takács-Nagy; non mancheranno grandi concerti solistici per i due strumenti più amati, il violino e il pianoforte, con grandi interpreti, giovani e già affermati, da Dmitry Masleev a Valentina Lisitsa, a Sarah Chang. Insomma, una stagione imperdibile, ricca di capolavori e di grandi artisti.

29/01/2018

I concerti per pianoforte e orchestra di Mozart occupano una posizione speciale all'interno della sua produzione, perché si collocano quasi tutti nel periodo viennese (1781-1791). Mahler, nominato nel 1897 direttore dell’Opera di Vienna vi restò per dieci anni portando il teatro a una fama sconosciuta prima di allora.

19/02/2018

Sergej Rachmaninov compose il suo Secondo Concerto per pianoforte tra l'autunno del 1900 e l'aprile 1901, dopo la depressione causata dall’insuccesso di pubblico e critica della sua prima sinfonia. Nel 1884, appena un anno dopo la composizione della Terza Sinfonia, Brahms si mise al lavoro per la Quarta, che sarebbe stata l’ultima, composta nelle due estati del 1884 e 1885.

12/03/2018

Il Concerto in do maggiore op. 26 impegnò Prokof’ev per lungo tempo, dal 1911 al 1921: iniziato in Russia, fu ripensato e ultimato in Francia, prima della partenza del compositore per gli Stati Uniti dove, a Chicago, il 16 dicembre 1921, venne eseguito per la prima volta con Prokof’ev stesso al pianoforte. Čajkovskij compose la sua Quarta Sinfonia, in fa minore op.36 durante il 1877, dedicandola all'amica - ma soprattutto sua mecenate - Nadežda von Meck.

16/04/2018

Nella formazione di Jean Sibelius, era stato prioritario lo studio del violino, tanto che ancora intorno ai vent'anni non aveva rinunciato del tutto a una possibile carriera di concertista. Il 30 dicembre 1877, Hans Richter diresse, a Vienna la prima esecuzione della Seconda Sinfonia di Brahms, accolta, a differenza della precedente, presentata circa un anno prima, da un immediato successo.

28/05/2018

Il Secondo Concerto in fa minore per pianoforte e orchestra, op. 21 fu scritto tra la fine del 1829 e l'inizio del 1830 e fu presentato a Varsavia il 17 marzo 1830 da Chopin stesso, che lo scelse anche per il suo esordio parigino, il 26 febbraio 1832, in virtù di un immediato, enorme successo.

11/06/2018

Nato a Pesaro nel 1792, Rossini trascorse buona parte della propria gioventù a Bologna, dove studiò al Liceo Musicale. Questi anni di formazione, fondamentali per il suo percorso di musicista, fecero anche sì che, dopo aver viaggiato ovunque, in Italia e all’estero per seguire le messe in scena delle sue opere, successo dopo successo, Rossini decidesse di rinsaldare il rapporto con il capoluogo felsineo.

“La musica esprime ciò che non può essere detto e su cui è impossibile rimanere in silenzio.”

Victor Hugo

VEDI I CONCERTI BREAK